Lo Zafferano Lavorazione

Home

Pianta originaria dell’Asia Centrale, la sua coltivazione fu introdotta nella Penisola dagli arabi, profondi conoscitori delle spezie, diventando un condimento di uso esclusivo della borghesia andalusa mussulmana. Fin dal suo arrivo in questa regione è stato oggetto di grandi cure: va segnalata l’attenzione speciale che richiedono la coltivazione, la raccolta (che si esegue a mano) e la separazione dei pistilli per ottenere il prezioso condimento. Lo zafferano si ottiene dagli stimmi essiccati del fiore di Crocus sativus. È utilizzato come condimento e apporta ai piatti un caratteristico colore giallo arancio, un sapore leggermente amaro e un aroma esotico. Lo zafferano ha gli stimmi rossi che fuoriescono dal fiore e lo stelo è abbastanza corto, lo zafferano con Denominazione d’Origine sarà sempre di stagione perché con gli anni perde qualità e si presenterà alla vendita solo in fili e mai in polvere, i  fili saranno flessibili e resistenti con gli stimmi di colore rosso vivo brillante.